Lot Number
132
language

1961 Maserati 3500 GT Spyder by Vignale

€625.000 - €700.000

RM | Sotheby's - VILLA ERBA 25 MAY 2019


Body No.
Chassis No.
Engine No.
173
AM101 1333
AM101 1333
  • Number 173 out of 242 Vignale Spyders ever built
  • Matching numbers engine, beautifully restored near Modena by Franco Tralli
  • Rare and desirable original configuration: Weber Carburettors, 5-speed ZF gearbox and Borrani wheels
  • Accompanied by original tool roll, spare wheel and original and rare factory hardtop
  • Includes an extensive historical file and a detailed condition report by Maserati historian Adolfo Orsi

Introduced at the 1959 Turin Auto Show, the 3500 GT Spyder was built to please primarily American customers, who demanded an open-top grand tourer from Maserati. Boasting striking Vignale coachwork, this was immediately recognized as one of the very best examples of open-top, GT cars of the era.

The 3500 GT Spyder entered production benefiting from the same optional upgrades bestowed its closed sibling for the 1959 model year. These included a ZF five-speed manual transmission and Girling front disc brakes. Its elegant proportions, flowing lines and redesigned front-grille gave this Maserati a distinctively sporty and remarkably charismatic presence.

Chassis number AM101 1333 was completed on September 8, 1961 and is reportedly the 173rd built of a total production of 242. It was collected by its first owner, John Daniel Campbell of Lincoln, Nebraska, at the factory. It was originally finished in metallic gold (the only example of its kind) with beige leather upholstery and was also factory fitted with a colour-matching hard top, Borrani spoke wheels, radio, safety belts, twin external view mirrors and bumper guards. Mr. Campbell used the car for a tour of Europe and the first maintenance service was recorded in the original service book by an authorized Maserati distributor in Zurich, Switzerland.

Shipped home to Nebraska thereafter, Campbell kept the car until 1969, when it was sold to his brother-in-law, Richard Reinhard. By the early 2000s it was imported back to Italy by Mr. Roberto Giorni; in an original but tired condition it deserved a full restoration and this was carried out by the well-respected Officina Tralli in Bomporto, near Modena. During this restoration the mechanical components were completely overhauled, the beige leather upholstery was re-done by a specialist trimmer in Lombardy and the car re-painted in Verde Bosco, one of the most attractive period-correct Maserati colours. Registered in Italy after the restoration, it was later exported to Germany with a new owner, who re-sold it to the current owner in 2012.

Respected Maserati historian Adolfo Orsi inspected the car in October of 2012. A copy of his detailed report is included in the file, concluding that “aesthetically the car presents very well and mechanically runs very properly”. A 3500 GT Spyder will always be regarded as one of the finest early 60s Grand Tourers and this highly attractive example with the rare combination of ZF 5-speed gearbox, Weber carburettors, front disc brakes, Borrani wheels and hardtop would make a very fine addition to any collection.

---

Numero 173 dei 242 esemplari di Vignale Spyder prodotti

Ancora con il suo motore di primo equipaggiamento e splendidamente restaurata vicino Modena, da Franco Tralli

Rara e prestigiosa configurazione originale fatta di carburatori Weber, cambio ZF a 5 rapporti, cerchi della Borrani

Dotata del kit attrezzi originale, della sua ruota di scorta e del raro, ed originale, hard-top

Fornita completa della ricerca storica e della dettagliata relazione sulle condizioni realizzata dallo storico della Maserati, Adolfo Orsi

Presentata al Salone dell'Auto di Torino del 1959, la 3500 GT Spyder si è mostrata con una splendida carrozzeria realizzata da Vignale, e, fin da subito, è stata considerata una delle migliori vetture sportive aperte disponibili, all’epoca, sul mercato. La 3500 GT Spyder entrò in produzione, beneficiando degli stessi aggiornamenti pensati per la versione chiusa per il Model Year 1959, che includevano un cambio manuale a cinque velocità ZF ed i freni a disco anteriori della Girling. Le sue proporzioni eleganti, le linee fluide e la griglia anteriore ridisegnata, hanno donato a questa Maserati un aspetto carismatico e marcatamente sportivo.

La vettura con numero di telaio AM101.1333 è stata completata l'8 settembre del 1961, 173esimo esemplare costruito, in una produzione totale di 242. Venne ritirata, direttamente in fabbrica, dal suo primo proprietario, l’americano John Daniel Campbell di Lincoln, Nebraska. Originariamente verniciata Beige con rivestimento in pelle Giallo (champagne), era equipaggiata di hard top in tinta, ruote a raggi Borrani, radio, cinture di sicurezza, due specchietti esterni e rostri sui paraurti. Campbell ha utilizzato l'auto per un giro d’Europa e, il primo intervento di manutenzione è stato effettuato da un distributore autorizzato Maserati di Zurigo, in Svizzera.

Una volta spedita a casa, nel Nebraska, Campbell ha poi tenuto l'auto fino al 1969, quando l’ha venduta a suo cognato, Richard Reinhard. Da lì in avanti, e fino al 2000, quando è stato riportata in Italia da Roberto Giorni, sfortunatamente, si sa molto poco della storia della vettura. Al suo arrivo in Italia, l'auto era ancora originale ma piuttosto mal messa. Per questa ragione è stata sottoposta a restauro completo, presso l’Officina Tralli. Durante i lavori, sono stati revisionati tutti i componenti meccanici, la tappezzeria beige è stata rifatta presso un artigiano specializzato e, nel mentre, l'auto è stata ridipinta in colore Verde Bosco, una tinta Maserati corretta per il periodo e tra le più belle. Immatricolata in Italia dopo il restauro, è stata successivamente esportata in Germania, da un nuovo proprietario, che, nel 2012, l’ha venduta al conferente.

Il più rispettato storico della Maserati, Adolfo Orsi, ha ispezionato l'auto nell'ottobre del 2012. La sua dettagliata relazione, di cui una copia accompagna la vettura, si conclude affermando che "esteticamente l'auto si presenta molto bene e, meccanicamente, funziona esattamente come dovrebbe”. Una 3500 GT Spyder sarà sempre rispettata e considerata come una delle più raffinate Gran Turismo disponibile negli anni ’60 e, questo esemplare estremamente affascinante, completo di cambio a cinque velocità ZF, carburatori Weber, freni a disco anteriori, ruote Borrani e hard-top, sarà sempre un’interessante acquisizione per qualsiasi collezionista.



Suggested lots

25 May 2019

Villa Erba

Villa Erba, Cernobbio (Como), Italy

RM | SOTHEBY'S

29 May - 1 June 2019

Auburn Spring

Auburn Auction Park, Auburn, Indiana

RM | AUCTIONS